22 giugno 2007

Stonehenge (Inghilterra)

Stonehenge

Ieri. Una folla celebra il solstizio estivo intorno all'antico e misterioso monumento. In primo piano, alcune druide intonano un canto. Nell'epoca della scienza e della tecnica le religioni conservano una vitalità sorprendente.

19 commenti:

Christian ha detto...

A me mi fanno paura, i mistici. A me.

Ivo Silvestro ha detto...

Questa non è religione, ma superstizione. L'unica vera religione è [inserire qui la propria fede], tutto il resto è sbagliato.

Filter ha detto...

Christian: pure a me fanno paura. Per esempio, non mi piacerebbe entrare in una discussione teologica o filosofica con la prima druida a sinistra. E neanche con la prima a destra.
Ivo: bravissimo. Non tutti penetrano compiutamente le "Scene di vita".

cktc ha detto...

Ma filosofare con quella in blu, si? ;)

Filter ha detto...

Cktc: ho quantomeno l'impressione che non si metterebbe a picchiarmi. Anche la druida alla sua destra sembrerebbe tranquillizzante, non fosse per il bastone.

Ivo Silvestro ha detto...

Se ho colto bene il senso della scena di vita, è anche merito della foto scelta...

Filter ha detto...

Ivo: esatto, si è sempre detto che Stonehenge ha arcani poteri sapienziali.

Loforestieroprolisso ha detto...

Lombroso aveva ragione.

Filter ha detto...

LoForestieroProlisso: in teoria, anche lui dovrebbe essere una vittima della scienza moderna. Eppure, le sue teorie mantengono a loro volta un'aura di credibilità innegabile.

V ha detto...

Per Toutatis!
(ah no, quello stava sotto la Manica)

Filter ha detto...

V: giusto, una ragione in più per evitare discussioni. Devono berne, in quel gruppo, di pozione magica.

V ha detto...

Un paio ci devono essere cadute dentro da piccole, così a occhio.

Filter ha detto...

Una è chiaramente la sorella di Obelix.

davide l. malesi ha detto...

Comunque i druidi sono uno spasso. Io, per certi versi, li trovo adorabili (quelli che poi se n'escono con discorsi politici semi-neo-pagan-nazisti, un po' meno, ma transeat).

Filter ha detto...

Davide: mi sembri un po' severo. Dove la trovi una religione che non contenga qualche gruppo semi-neo-pagan-nazista?

Jeko ha detto...

insomma tutti 'brights' qui.

Mah. La scienza mi piace perche' torna comoda per il mal di testa e per far star su i ponti.

Ma ci sono cose mi piacciono perche' non servono. Talune hanno i loro segreto proprio in questo! vedi le maestose sequoie giganti: non sarebbero arrivata a noi se fossero tornate utili a qualcuno.

la religione quando torna utile diventa ideologia, e' proprio questo il problema,

Ma la religione in quanto tale e' un cosa molto sana, imho.
Noi siamo meno religiosi non perche' illuminati, ma perche' passiamo la vita davanti ad un pc, alienati in grigie citta'. Abbiamo perso il senso del limite, malati di individualismo. Salite in montagna, scalate una cima. Quel sentirsi piccini piccini impregnato di tacita contemplazione e' sano - sanissimo! - sentimento religioso.

Filter ha detto...

Jeko, sono sicuro che le quattro druide la pensano come te. Cercano la natura, sfuggono le grigie città alienanti e si sentono piccine piccine. Quanto meno due di loro.

Jeko ha detto...

A dire il vero la natura non la cerco per desiderio di fusione mistica o chissa' che altro. Stare al mondo avendo presente la proporzione con le cose su cui poggio i piedi rimette in gioco l'esserino borghese accomodato sul divano che e' in me. Tutto qui il discorso.
Perche' se non ve ne foste accorti, stando alle statistiche (a te tanto care) siamo noi borghesucci col blog aperto (gli intellettuali da bar) gli unici alieni di questo mondo, non chi prega la Luna.

Filter ha detto...

Jeko, qui non ci sono né borghesucci né alieni a questo mondo, quindi non capisco bene di che stai parlando. Io dopo cinque minuti che sto sul divano mi viene l'agitazione.