24 novembre 2005

Scene di vita (61)

Washington, ieri. Il presidente George W. Bush presenta Marshmallow, il “Tacchino del Ringraziamento”, a un gruppo di giovani studenti. E’ tradizione che il presidente americano conceda la grazia a un tacchino prima del Thanksgiving day, in segno di benevolenza verso una specie di cui, in quel giorno, gli americani divorano circa 40 milioni di esemplari. Ciò nonostante, gli attacchi dei tacchini sembrano intensificarsi. Durante i sei anni come Governatore del Texas, Bush aveva approvato 156 condanne a morte senza mai concedere una grazia.

2 commenti:

TomGrrrr ha detto...

Non Marshallow. Marshmallow. In italiano, "toffoletta" - così almeno dicevano i "Peanuts" nella versione di Raineri Carano. Da una ricerca in rete: "Ci si trovò di fronte a parole intraducibili dall’inglese, come “marshmallow”, le caramelle gommose di zucchero da riscaldare sul fuoco al campeggio, usanza tipicamente statunitense. Come tradurre marshmallow? Il termine scelto fu “toffoletta” e lo si dovette addirittura inventare." (A me, però, sa di dialetto veneto.)

Filter ha detto...

Faccio ammenda. La mia fonte diceva proprio "Marshallow", ma avrei dovuto verificare che non fosse un refuso. Certo che così a quel tacchino gli rimane attaccata l'idea di cosa da mangiare... Sulle traduzioni dei Peanuts, voglio ricordare anche lo strano caso del Grande Cocomero, che in realtà era un grande Pumpkin (zucca). Avessero chiesto a me, "marshmallow" lo avrei tradotto molto serenamente "caramella molle" (i bambini gli aggettivi li usano).