27 febbraio 2006

Rispondete nei commenti (1)

Questo falco sta vedendo qualcosa. Cosa?

13 commenti:

CuloDritto ha detto...

Un clistere?

raffaele ibba ha detto...

Buttiglione che pensa.

raffaele

Zora ha detto...

jeremy Irons che fa la pubblicità della fiat!

Alessandra ha detto...

Chuck Norris ;)

Filter ha detto...

Signorina Culodritto: studia, fa i collegamenti, tenta di compiacere il professore. Voto: 8+.
Raffaele Ibba: copia dalla signorina Culodritto, dando una risposta in sostanza equivalente. Voto: 3.
Zora: ricca di spirito di osservazione, sa ricondurre il tema alle sue esperienze personali. Voto: 8.
Alessandra: ben connessa ai memi di internet, non considera che, fosse stato Chuck Norris, il falco si sarebbe spiumato da sé e infilato un girarrosto in quel posto. Voto: 8 perché è anche lei una ragazza.

CuloDritto ha detto...

E' la materia che appassiona, signor professore. Sto diventando un'estimatrice di falchi. Ma quindi, com'è finita? Stava vedendo un clistere per davvero?

Alessandra ha detto...

Grazie molte :)

Filter ha detto...

Signorina Culodritto, no, questa volta niente clisteri. Il falco guarda una muta di cani che, mentre il fotografo è assorto, lo assalgono alle spalle. I cani, impegnati nella battuta di caccia, hanno confuso il fotografo per una volpe. L'errore, insolito nei cani addestrati, ha stupito gli inquirenti. L'autopsia ha poi rivelato che il fotografo abusava di una marca di dopobarba muschiato. Irrazionalmente, i signori Fox, genitori della vittima, ora si sentono in colpa per avere battezzato il figlio col nome Foxy. Tutto ciò, cara signorina, lei e gli altri avreste dovuto dedurlo dalla foto. E' mia abitudine facilitare gli studenti inserendo suggerimenti vestiti di rosso (di rosso!) nei temi d'esame. Ma voi niente.
Signorina Alessandra, diciamo che lei ha avuto uno dei suoi picchi periodici di secchioneria.

CuloDritto ha detto...

Ah, ecco! Adesso è tutto molto più chiaro.
Però dedurre inferenze di questo tipo non è mica facile: potrebbe lasciarci consultare il manuale, qualche volta.
Io, ad esempio, porto sempre almeno un Bignami dei Grandi Classici della Natura in borsetta.
Non esco mai senza: mi sentirei nuda.

Filter ha detto...

Signorina Culodritto, come può notare, c'è un uomo in secondo piano in tenuta da caccia. L'uomo guarda l'infinito, un atteggiamento tipico dei padroni dei cani. Lo avrà osservato in città quando i loro cani fanno la cacca per strada.
Deduzione 1: l'uomo è il padrone della muta dei cani.
Ora, siamo in una scena campestre: il padrone non avrebbe motivo di preoccuparsi che i cani facciano la cacca.
Deduzione 2: il padrone guarda l'infinito perché i suoi cani stanno assaltando il fotografo.
Se nota, c'è anche una leggera increspatura sulle labbra del padrone, segno che sta addirittura per mettersi a fischiettare.
Tutto il resto ormai lo potrà dedurre da sé. Il Bignamino non è ammesso. Venga a ricevimento studenti, dove glielo ritirerò.

CuloDritto ha detto...

Una guida all'analisi non ha mai nuociuto ad alcuno: ritengo che questo sia un provvedimento disciplinare troppo rigido.
Comunque, dato che lo ritiene opportuno, verrò a consegnargliela di persona.
Ci vediamo lunedì nel suo studio.
Distinti Saluti.

Alessandra ha detto...

Signor Filter, ohibò, ma come ha fatto a inquadrarmi così in fretta?! Che ci siamo forse incontrati in qualche scuola? Comunque complimenti per averci azzeccato e saluti da una ex secchiona :)

Filter ha detto...

Signorina Culodritto, i Bignami sono invece dannosissimi. Gli studenti non di stampelle hanno bisogno, ma di esperienze e di fantasia. L'attendo perciò lunedì prossimo. Tenga conto che, contrariamente al solito, riceverò alle 18.30 invece che alle 14.30.
Signorina Alessandra, in effetti lei assomiglia un po' a una persona che conosco. Che è la fidanzata di un mio amico. Non trovando quest'ultimo sul suo sito, deduco di sbagliarmi. Professor Filter, comunque. :-)