04 novembre 2005

Il momento carino del venerdì

Oggi, dice l’agenda, il momento carino del venerdì è in visita ufficiale. Indossato l’abito buono, salta su un aereo e atterra a Tel Aviv. Il picchetto d’onore, impettito, lo saluta. I lacché, efficienti, stendono il tappeto. Il premier Sharon, emozionato, gli stringe la mano usandole tutte e due. Il vice Peres, commosso, gli ricorda i vecchi tempi. Il momento carino del venerdì, sempre disponibile, abbraccia tutti nello stile di Benigni.

Giunti a Gerusalemme, Sharon e Peres lo guidano nel quartiere ebreo. Il momento carino del venerdì, osservatore acuto, assorbe subito la cultura locale. Si mette un cappellino di velluto. Firma un autografo saltando le vocali. Sgozza un capretto con la tecnica kasher. Piange al muro del pianto. Ride alle barzellette di Ovadia. Circoncide un turista per sbaglio.

Iniziano i colloqui riservati. Stretti su un divano, Sharon, Peres e il momento carino del venerdì discutono della pace in Medio Oriente. In mezzo Nicole Kidman, nel ruolo dell’interprete, fa lo chuchotage. Fingendo di ascoltare, il momento carino del venerdì tocca il culo alla Kidman. La Kidman, disorientata, schiaffeggia Peres. Peres, disorientato, schiaffeggia Sharon. Il Mossad, disorientato, fa irruzione coi mitra spianati. C’è tutto un parapiglia.

Il momento carino del venerdì ristabilisce l’ordine. “Peres, Sharon, non c’è in programma una visita alle truppe?”, dice, tanto per calmare gli animi. Peres e Sharon, spolverandosi la giacca, fanno strada. Il momento carino del venerdì, tenendo la Kidman sotto braccio, li segue. Cammina cammina, arrivano alla striscia di Gaza.

“Il militarismo!”, dice qualcuno, “il soldato a cavalcioni dell’arma svela un culto della guerra. Ai tempi dell’URSS, i soldati impararono ad amare la bomba. Rimasti uguali, oggi ridono nel cavalcare il cannone”.

“La manifestazione del Foglio!”, dice un altro. “Israele, un popolo indifeso, si rallegra! Finalmente, una sfilata di fiaccole gli garantisce il diritto all’esistenza. La ricca dotazione di cannoni, vedete, serviva solo per gli esercizi ginnici”.

Ma nooooo! Guardate! E’ il momento carino del venerdì! “A proposito, dov’è finito?”, dice Sharon, e intanto cade un razzo Qassam. “Già, non lo vedo più”, dice Peres, mentre respinge un attacco kamikaze.

Non so. So solo che è sparita anche la Kidman.

5 commenti:

brighibrighi ha detto...

Uh!
Ma allora si è liberato, in qualche modo...
Ne sono contenta ^_^

Filter ha detto...

Oh, quella storia ormai è solo un lontano ricordo. D'altra parte, avrai notato la scomparsa dei momenti carini del venerdì dalle edicole.

brighibrighi ha detto...

In effetti sì.
Ma credevo che fosse per esaurimento scorte...

blindfury ha detto...

Sarà anche storia vecchia, ma ho come l'impressione che l'esperienza con Ugly the Ugly McUgly abbia lasciato il segno. In ogni caso, il momento carino è sempre sul pezzo, nonostante la brutta esperienza

Filter ha detto...

Blindfury, lo trovi sciupato?